Argentina

argentina bandiera

Capitale: Buonoes Aires 

Popolazione: 43.847.043

Superficie: 2.780.400 Km2

Fuso orario: -4h rispetto all'Italia; -5h quando in Italia vige l'ora legale.

Lingue: spagnola

Religioni: cattolica

Moneta: Peso (ARS)

Prefisso telefonico per l’Italia: 0039

Prefisso telefonico dall’Italia: 00 54+ il prefisso della città senza lo zero.

Formalità d'ingresso: necessario, in corso di validità. Le competenti autorita' locali non richiedono che il passaporto abbia una durata residua minima. Considerato tuttavia che il limite per i soggiorni turistici e' di 3 mesi, con possibilita' di chiedere una proroga fino a sei mesi, si consiglia di viaggiare con un passaporto che abbia una durata residua di almeno 6 mesi.

Visto: non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi.

Vaccinazioni: nessuna vaccinazione obbligatoria.

Clima e stagioni: Molto vario. Buenos Aires e la Pampa godono di un clima temperato: caldo-umido d'estate e freddo in inverno. In Patagonia e sulle Ande fresco d'estate e molto freddo in inverno, in rapporto a latitudine e altitudine. Clima subtropicale nel nord-est. Buenos Aires gode di un piacevole clima primaverile da settembre a inizio dicembre. Il periodo generalmente più adatto è tra ottobre e marzo. I mesi giusti per recarsi nella Terra del Fuoco sono dicembre e gennaio (estate australe).

Corrente Elettrica: la tensione é di 220 volt

Telefoni cellulari: In Argentina è in funzione una rete GSM 1900, copertura mobile, voce e dati: sì CTI MóvilEDGE, GPRS, GSM 850/1900, CDMA Movistar HSDPA, UMTS, EDGE, GPRS, GSM 1900, CDMA Personal HSDPA, UMTS, EDGE, GPRS, GSM 1900vizio.

AMBASCIATA D'ITALIA COMPETENTE

Ambasciata d'Italia a Buenos Aires
Calle Billinghurst 2577
1425 Buens Aires
Tel.: +54 11 40112100
Fax: +54 11 40112159
Cell. di emergenza.: +54 9 11 51134530
E-mail: ambasciata.buenosaires@esteri.it

Acquisti: Per gli amanti dello shopping la scelta è molto ampia con diversi prodotti in pelle di alta qualità, capi di lana, tessuti fatti con telai in Iglesias, argenteria, pietre semipreziose (quarzo, geode, ametista) e ottimi vini. Caratteristico il tipico mercatino domenicale che si tiene a San Telmo, il quartiere degli antiquari di Buenos Aires. Una grande quantità di oggetti sono elaborati nelle botteghe artigianali con l'onice verde proveniente da La Toma. Rinomati i prodotti artigianali in legno di Baldecitos a San Juan e la ceramica a La Rioja.

Se visiterete Cuenca tornerete probabilmente con un cappello panama. Gli artigiani della città sono rinomati per la loro abilità nel produrre modelli dal taglio accattivante che hanno incontrato il favore di molti vips
Vaccinazioni:nessuna vaccinazione obbligatoria.

Corrente Elettrica: 220/230 V.

Tour Classico

  Tour Classico 9 Giorni / 8 Notti Giorno 1 Buenos Aires Arrivo all’aeroporto Internazionale Ezeiza (Buenos Aires), accoglienza e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio visita guidata della città In particolare vedrete la Plaza de Mayo, sulla quale si affacciano i  ...

Estensione Iguazù

Da Buenos Aires 4 Giorni / 3 Notti   Giorno 1 Buenos Aires - Puerto Iguazù - Cascate Iguazù lato brasiliano Arrivo all'aeroporto Puerto Iguazù al mattino, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in Hotel. Nel pomeriggio, ritrovo con una guida e partenza verso la frontiera  ...

Estensione Isole Galapagos

L’arcipelago delle Galapagos raggruppa 13 isole grandi, di cui solo 5 abitate, 6 isole più piccole e 107 isolotti. Situate appena sotto l’equatore, circa 1000 Km. ad ovest dell’Ecuador, le Galapagos rappresentano un vero e proprio laboratorio vivente dell’evoluzione. Furono gli studi su alcuni  ...

Buones Aires

Capitale dell’Argentina, Buenos Aires si affaccia sull’Oceano Atlantico sul golfo Rio de La Plata. È una città molto estesa e con la più grande concentrazione di abitanti, il 40% della popolazione del paese vive in Buenos Aires. Città moderna ed antica nello stesso tempo, dai grattacieli del centro ai palazzi dell’ottocento di San Telmo e La Boca. Le condizioni climatiche dell’Argentina sono prettamente tropicali. È attraversata dal fiume Paranà, il quale alla fine del suo percorso sfocia a mare, e le sue strade si estendono sulle sue rive in un intreccio di strade immerse nella estesa pampa che si snodano i in larghi viali alberati di zone residenziali contrapposte alle numerose bidonville. Fondata nel 1580, solo nel 1776 quando divenne sede del vicereame del Rio de la Plata si sviluppò sia urbanisticamente che commercialmente, fino ad arrivare al XIX secolo quando i numerosi immigrati, principalmente dall’Europa e dall’Italia incrementarono l’economia agricola della città e del distretto federal. Uno dei punti nevralgici  della città è Plaza de Mayo, dove si trovano  i più importanti edifici storici della città, il  Cabildo, la Catedral Metropolitana e la  Casa Dorada sede del Governo.

El Calafate

El Calafate sorge sulle sponde del Lago argentino, capoluogo del Parcque nacional Los Glaciares nel cuore della Patagonia, fu fondata nel 1927 come stazione di posta. Deve il suo nome  ad un arbusto selvatico molto diffuso, ma la zona è ricca di pioppi e pini che orlano la steppa patagonica. E’ punto di partenza per la visita dei più importanti massicci montuosi e ghiacciai, dal Cerro Chalten al Cerro Torre, fino allo straordinario Perito Moreno, uno dei più famosi al mondo, un fiume di ghiaccio di 3.000 metri di larghezza e 70 metri di altezza, che si getta nel lago, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. E’ possibile effettuare escursioni guidate sui ghiacciai con i ramponi oppure navigare con battelli il lago, ammirando il particolare colore del ghiaccio che passa dal bianco all’azzurro, un gioco di luci e ombre creato dai ghiacciai sul fiume Rico. Nella città è possibile visitare il Museo Glaciarium.

Parco Nazionale torres del Paine

Le Torres del Paine sono bellissime colonne granitiche che si elevano per circa 2000 metri di altezza, uno dei gruppi più spettacolari dell’America latina. Il parco omonimo, circa 110 chilometri a nord di Puerto Natales, si sviluppa attorno al massiccio del Paine, che nel suo punto più alto tocca i 3000 metri. Su un’area di circa 250.000 ettari, è stato istituito nel 1959 e nel 1978 è stato dichiarato Riserva Mondiale della Biosfera. Laghi, fiumi e cascate favoriscono l’estendersi di una fitta foresta popolata da una fauna variegata; tra gli altri, vi sono numerosi esemplari di guanaco, felicemente sottratti al pericolo di estinzione, e di nandù, i tipici uccelli simili allo struzzo. Nell’area volteggia il raro condor delle Ande e si può avvistare il rarissimo cervo cileno. L’accesso alla riserva avviene dalla Guardería Laguna Amarga, dalla Guardería Laguna Verde o dalla Guardería Laguna Azul. I sentieri di trekking che si possono percorrere sono molti (su tutti il circuito del Paine), è bene affidarsi a una guida locale, partire in gruppo ed essere ben equipaggiati.

Prendi un appuntamento !

Facciamo quattro chiacchere sul viaggio che sogni, organizziamo in base alle tue esigenze e al tuo tempo e alla tua voglia di esplorare